ING. ELISA FRANZONI

Ingegnere

Elisa Franzoni è Ingegnere edile, Dottore di ricerca in Ingegneria dei Materiali e ricercatore confermato in
Scienza e Tecnologia dei Materiali presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei
Materiali (DICAM) dell’Università di Bologna, dove è il Referente del Gruppo di Ricerca “Materiali e
tecnologie per il restauro architettonico e il recupero edilizio”.

Svolge la sua attività di ricerca principalmente nel campo dei materiali innovativi per il restauro
architettonico, con particolare riferimento a:
– sviluppo di nuovi consolidanti e protettivi (consolidanti inorganici a base di idrossiapatite, finiture
autopulenti, nanoconsolidanti, protettivi “bio-based”, etc.), che soddisfino i requisiti di compatibilità,
durabilità e ritrattabilità;
– umidità di risalita nelle murature storiche e danni da cristallizzazione salina nei materiali antichi;
– degrado dei materiali antichi (laterizi, pietre, malte, etc.) e dei materiali del moderno (calcestruzzi
storici, malte cementizie, pietre artificiali).
Svolge la sua attività di ricerca sia in laboratorio che in situ, in edifici storici reali, avendo anche
collaborazioni di ricerca attive con varie Università e Centri di ricerca esteri, tra cui Princeton University,
USA; EMPA-Swiss Federal Laboratories for Materials Testing and Research, Svizzera; Università di Porto,
Portogallo, etc.
Nell’ambito dei nuovi materiali per il restauro, è stata Coordinatore del progetto europeo
“Multifunctionalization of hydroxyapatite for the restoration and preventive conservation of marble
artworks” (HAP4MARBLE), finanziato nel bando H2020-MSCA-IF-2014, nonché Referente scientifico di
diversi contratti di ricerca industriale con Aziende italiane e straniere.
E’ Rappresentante dell’Università di Bologna nel Committee Heritage and Regeneration di ECTP
(European Construction Technology Platform), Membro dell'Executive Board dell'Integrated Research
Team “AlmaHeritageScience” (Scienza e servizi innovativi per i beni culturali) dell'Università di Bologna e
membro della RILEM.